Un giorno di pioggia a New York

L'ultimo film di Woody Allen è una dedica d'amore a New York


Un giorno di pioggia a New York

L’ultima fatica di Woody Allen, Un giorno di pioggia a New York, è il racconto di un amore. Un amore sincero, talmente puro da non essere in grado di riconoscerlo subito.

La bellezza di New York affascina Gatsby (Timothée Chalamet), che però non è così superficiale da lasciarsi incantare dalla Statua della Libertà, dal fiume Hudson o dall’Empire State Building. Il filo rosso che lega Gatsby alla Grande Mela ha una natura molto più intima, personale, come la vista di Central Park e l’orologio Delacorte, la pioggia e i cieli grigi. Lui e New York traggono forza da questi elementi, perché essi sono carichi di romanticismo, di silenzi assordanti e di sicurezze.

Perché “Una cosa è certa di New York: o se qui o non sei da nessun’altra parte”. Specialmente se ti trovi in uno sperduto campus universitario, tanto prestigioso quanto lontano dalla realtà. L’occasione di fuggirvi e di tirare un sospiro di sollievo si presenta a Gatsby quando la sua ragazza Ashleigh (Elle Fanning) ha l’occasione di intervistare il noto regista Roland Pollard (Liev Schreiber), in occasione del suo prossimo film. Luogo dell’appuntamento: Manhattan.

Felice della notizia, il giovane si dedica ad organizzare una serie di attività per i due giorni che lui e Ashleigh avrebbero trascorso insieme.
Ma una serie di vicissitudini porteranno i due ragazzi a trascorrere la maggior parte del tempo separati, ognuno preso da situazioni intricate.
La giovane dovrà fare i conti con la decisione del regista di abbandonare il lavoro, passando poi allo sceneggiatore Ted Davidoff (Jude Law) che scopre il tradimento della moglie e, infine, si trova confusa dalle avances dell’affascinante attore Francisco Vega (Diego Luna). Gatsby, in tutto questo, comincerà a girare per una New York piovosa, che lo porterà a scontrarsi più volte con Chan (Selena Gomez), la sorella di una sua ex ragazza. I due passeranno insieme la giornata, andando prima nell’appartamento di lei e più tardi al Metropolitan Museum of Art.

In un certo senso, lui riuscirà a trascorrere i due giorni che aveva immaginato, perché la vera storia d’amore la vive con la città che tanto riconosce essere sua. Non si trova bene in nessun altro posto. In questo suo girovagare ha modo di capire cosa fare della sua vita, giacché “Il tempo vola… In classe economica. E non è un viaggio di piacere.

Un giorno di pioggia a New York uscirà nelle sale italiane a partire dal 28 novembre.


Like it? Share with your friends!

What's Your Reaction?

Cute Cute
0
Cute
Lol Lol
0
Lol
Love Love
0
Love
fun fun
0
fun
NERD NERD
0
NERD
hate hate
0
hate
omg omg
0
omg
Davide Romano

One Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Choose A Format
Personality quiz
Series of questions that intends to reveal something about the personality
Trivia quiz
Series of questions with right and wrong answers that intends to check knowledge
Poll
Voting to make decisions or determine opinions
List
The Classic Internet Listicles
Open List
Submit your own item and vote up for the best submission
Ranked List
Upvote or downvote to decide the best list item
Meme
Upload your own images to make custom memes
Video
Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Audio
Soundcloud or Mixcloud Embeds
Image
Photo or GIF
Gif
GIF format

Send this to a friend